17 Apr 2018

Tutti ricchi col marketing online. Falsi guru, corsi fuffa e come evitarli

Quanti di voi vorrebbero far crescere la propria attività? Quanti cercano su Google “Come trovare clienti per la propria attività“? Anche tu vero? La rete è un universo democratico dove chiunque può proporre teorie ed esperienze. Risulta spesso piena di guru del web marketing. Quelle persone che ti fanno credere di avere in mano le chiavi per il successo ed un modo per risollevare le sorti della tua attività.

Si tratta in buona parte, di veri formatori ed esperti di web marketing ma anche di veri cialtroni (sotto un esempio della categoria). Come riconoscere un vero esperto da un cialtrone?

Hai mai sentito o letto per il web: “Con il mio corso puoi imparare a fatturare 50.000€ in 2 giorni! Scarica subito il mio primo corso al prezzo di 19,99€ anziché 139,99€!“. Questa è solo una delle tante frasi che leggiamo su internet e su ogni social media ogni giorno. Sai riconoscere se questo è un vero formatore o un cialtrone? Te lo dico io: cialtrone 100% original.

Molti guru del web marketing, si limitano a tradurre teorie spesso provenienti dagli USA senza averli prima provati sulla propria pelle. Altri, parlano ore e ore davanti alla telecamera dicendo cose trite e ritrite con il loro carisma da “so tutto io, so figo, so bello e ho i fatto i soldoni“.

Come capire chi è un cialtrone rispetto ad un professionista?

Chi ha un’attività e vuole farla crescere, si ritrova spesso e volentieri davanti a personaggi che offrono video-corsi “gratuiti” che diventano poi magicamente a pagamento. Molti, attirati dal loro carisma e dalla loro parlantina, acquistano i corsi consigliati e scoperta delle scoperte: sono fuffa. Ma come distinguere allora un cialtrone da un professionista?

Chi non opera in modo serio, ovvero i “falsi guru”, sono coloro i quali copiano, come detto sopra, le tecniche di marketing da paesi stranieri, effettuandone una semplice traduzione senza prima averli provati. Se lo noti, molti di loro non hanno delle prove tangibili di quello che dicono. Non fanno vedere dati o recensioni, non c’è alcun riscontro in ciò che affermano. Ti devi fidare perché “con loro ha funzionato“.

Sono consoni fare video in macchina, su una bella Porche o Lamborghini (noleggiata o presa in prestito). Si fanno continuamente foto in giacca e cravatta, con AirPods accanto ad una Ferrari o Masarati o in spiaggia a bersi un Mojito. Fanno corsi dove la maggior parte della gente, andati una volta, non ci tornano più, e sai perché? Perché imparano NIENTE.

Oramai il web è saturo di queste figure. Personalmente trovo 3/4 falsi guru del marketing al giorno.  Ogni operazione di marketing richiede una conoscenza della rete molto profonda e mai superficiale. Il vero guru, organizza corsi di formazione trasparenti, calibrati sul grado di conoscenza delle persone che vi partecipano.

Il consiglio che ti posso dare è di chiedere sempre una consulenza a chi è esperto, prima di acquistare pacchetti del quale potresti poi pentirti. Ma vediamo ora alcuni consigli che ti voglio dare, per evitare di incappare in tali fregature:

#1 – Se è un “fantasma” inizia a starne alla larga

Non sto parlando di spettri, mostri e fantasmi dell’orrore ma dell'”offerta fantasma”. Ossia un’offerta che non sai cosa contenga fino a quando non l’hai acquistata. Se il falso guru di turno ti presentasse una scappatoia per ottenere risultati ma non da il minimo accenno di quale sia, stanne alla larga. Se non sai che cosa stai acquistando, quella amico mio, è “un’offerta fantasma” ed è meglio starne alla larga il più possibile per evitare di buttare i tuoi soldi inutilmente.

#2 – Attenzione all’upsell

Una strategia che sta andando alla grande in Italia è l’upsell. Ossia il persuadere il consumatore di essere pronto ad acquistare un ulteriore corso per scoprire altri misteriosi segreti del web quando in realtà, già col primo non hai scoperto un bel niente.

Tramite l’upsell il falso guru promette il mondo al costo di soli 7 o 27 Euro per poi, alla fine del video esclamare: “[..] bene, se desideri ora veramente ottenere risultati, allora hai bisogno di comprare quest’altro mio corso dal valore di soli [..]“. Non sto dicendo che l’upselling sia il male assoluto, attenzione. Il buon upsell, fatto da professionisti e veri guru marketer, rappresenta qualcosa di complementare rispetto al prodotto originale, senza invalidare la promessa iniziale che è stata fatta. O potrebbe essere un premio speciale, o un programma avanzato per ringraziare il proprio cliente della fiducia concessa. Cosa ovviamente che questi falsi mentori, non attuano.

#3 – Lo faccio per ‘aiutarti’!

Te lo avranno insegnato mamma e papà e la vita stessa: nessuno da niente per niente. Questo deve essere un mantra stampato nella nostra testa da quando nasciamo a quando moriamo. Nessuno (escludendo molto probabilmente la tua famiglia) ti da qualcosa in cambio di niente. Se il preludio dei discorsi del guru di turno è una spiegazione di come la sua missione sia aiutare gli altri, al 99,9% ti sta fregando.

Diffida da chi dice di volerti aiutare senza neanche conoscerti. Nessuno vuole aiutare gli altri, tutti vogliono aiutare loro stessi in primis. Ed è più che naturale: perché se io fossi riuscito ad ottenere il successo, dovrei dirlo a te che neanche ti conosco? Se conosco la regola per avere successo e clienti ogni santo giorno, me la tengo per me e ne avrò sempre di più; sbaglio?

Riassumendo…

Stai attento a quello che leggi su Internet. Consulta questo articolo ogni volta che hai in mente di comprare un corso digitale o di formazione. Analizza i punti sopra indicati, ed eviterai di fare uno o più acquisti stupidi di cui potresti pentirti amaramente in futuro. L’internet è pieno di squali pronto a divorarti.

Con questo, non vuol dire che tutti i corsi siano da bidonare. Molti, soprattutto su EventBrite.it, sono affidabili e reali. Consulta sempre le informazioni online riguardanti gli oratori di ogni corso ed informati prima di acquistare.

APPUNTAMENTO A GIOVEDÌ, CON UN ALTRO ARTICOLO DI APPROFONDIMENTO!

SEO WordPress: la guida definitiva per posizionare un blog

Vuoi rimanere aggiornato con le nostre ultime novità? Iscriviti alla nostra newsletter.

Share this
23 Mar 2018

Consigli per migliorare il tuo sito web: apri e promuovi il tuo blog

Per un’impresa, un’attività, una persona è fondamentale avere un sito web per promuovere il proprio business. I motivi per i quali è necessario avere un sito web sono molteplici, come spiegato anche negli articoli precedenti: ottenere autorevolezza nel proprio settore; espandere il proprio brand; creare una community con cui interagire e conoscere i desideri del cliente; aiutare chi ha bisogno dei tuoi servizi consigliandogli la scelta migliore e più adeguata alle sue esigenze.

Per un sito web è anche di fondamentale importanza avere un blog e gestirlo nel migliore dei modi, scrivendo post regolarmente e promuovendolo sul web.

Il tuo blog deve essere raggiungibile in ogni momento

Da svariate ricerche si evince come, la maggior parte della popolazione mondiale, circa il 70-80%, naviga tramite l’ausilio di strumenti mobile (cellulari, tablet). Proprio per questo il tuo sito ed il tuo blog, devono essere responsive e facilmente raggiungibili da tali strumenti. Cioè deve adattarsi in pochi secondi al formato dello smartphone, per essere di facile lettura anche agli utenti che navigano con il Wi-fi o rete mobile.

Da diverso tempo, oltre agli accorgimenti da tenere conto per la facilità di lettura sui dispositivi mobile, bisogna anche contare il fatto che Google ha iniziato a penalizzare i siti non responsive facendogli perdere un punteggio di ranking enorme in graduatoria.

Una delle cose che ti posso consigliare è di tenere sempre sotto controllo l’anteprima dei tuoi articoli, sia per desktop che per mobile.

La velocità del tuo sito

La maggior parte degli utenti non ha pazienza di aspettare più di 3 secondi per il caricamento di una pagina. E quando questa impiega troppo tempo ad aprirsi, chiude e cambia sito. Fondamentale è quindi rendere il sito il più veloce possibile. Per valutare la velocità del nostro sito, ci corre in aiuto anche uno strumento di Google chiamato Page Speed Insights. Anche Google penalizza i siti troppo lenti, facendogli perdere, come nel caso non responsive, punti in ranking.

Evita di inserire sul tuo sito contenuti troppo pesanti, immagini, file, PDF o video interni. Piuttosto embeddali utilizzando sistemi fatti apposta per far risparmiare molti MB di caricamento e soprattutto, utilizza un sistema di caching a livello server. Le immagini non dovrebbero superare i 100kb di peso. Se le immagini del tuo sito attuale superano tale peso, significa sicuramente che c’è qualcosa che non va che può essere migliorato.

Facilità di lettura per l’utente

Una cosa da non sottovalutare è la facilità di lettura per l’utente. Vediamo sempre più portali con popup pubblicitari, immagini sotto forma di .gif (animate), colori sgargianti che dovrebbero essere aboliti dal web 3.0. È importante, se non fondamentale, mantenere uno stile semplice, che non sforzi la vista dell’utente e metta in risalto contenuti in maniera ben riconoscibile.

Due esempi pratici di come deve e non deve essere il tuo blog, puoi trovarli rispettivamente a questi due link: Award Winning Websites The World’s Worst Web Site.

Contenuti

Comunica bene e velocemente, fin dalle prime righe, di cosa stai scrivendo per invogliare l’utente a proseguire con la lettura. Fai capire ai lettori che ciò che stanno cercando, risiede proprio all’interno del tuo articolo.

Una buona introduzione è fondamentale, oltre ad un breve riassunto e all’inserimento di un’immagine in evidenza che possa rappresentare al meglio l’argomento.

Costanza è la parola d’ordine

Seguiresti di più una società che scrive almeno un post alla settimana o una che scrive 1/2 post ogni 3 mesi? Io personalmente, farei più affidamento sulla prima. Perché? Per il semplice fatto che sono attivi, e pubblicano contenuti che possono aiutarmi nel settore. Quindi un altro consiglio che ti do è: sii costante. Decidi un calendario editoriale di pubblicazione, uno al giorno? Uno alla settimana? Uno al mese? Una volta deciso segui il calendario e non sgarrare.

Conosci altre tecniche per migliorare un blog?

Discutiamone insieme. Scrivici sulla nostra pagina Facebook o contattaci direttamente qui.


Vuoi rimanere aggiornato con le nostre ultime novità? Iscriviti alla nostra newsletter.

Share this
20 Mar 2018

Web Marketing: 5 tools utili per trovare nuovi clienti

L’obiettivo principale di un’azienda è sempre quello di attirare nuovi clienti interessati ai propri prodotti o servizi. In questo articolo vedremo quali strategie di web marketing ti permettono di soddisfare questa necessità e quindi trovare nuovi clienti.

Trovare nuovi clienti è un passaggio fondamentale per far sopravvivere la propria impresa. Sviluppare una giusta ed efficace strategia che permettano di entrare in contatto con nuove persone, deve essere alla base di tutte le società esistenti.

Ma come fare? Per questo ci vengono in aiuto tutte le nuove tecnologie. Bisogna oramai capire che i tempi sono cambiati. Se prima funzionavano il passaparola, i volantini e la sola e mera presenza agli eventi, oggi come oggi, i social network e tutte le tecnologie che gli ruotano attorno possono darci una grossa mano.

5 tool per sviluppare Strategie di web marketing di successo

Con la tecnologia, oggi come oggi è molto più facile raggiungere più persone comodamente seduti da casa o dall’ufficio. Ecco una lista di 5 tools utili che la tecnologia offre oggi con i quali, sfruttandoli nel modo corretto, potrai avere successo.

#1 Sito Web

Chi vi dice che un sito web non è essenziale per trovare nuovi clienti MENTE. Il sito web è la prima cosa in assoluto che una società dovrebbe avere. Bisogna vedere il sito web come un biglietto da visita. È una presentazione della società, di chi c’è dietro, cosa fa e soprattutto cosa vende.

Diffidate inoltre dai siti web già pronti a basso costo, bisogna valutare seriamente una buona strategia di content marketing, prevedendo anche l’integrazione di un blog da aggiornare in modo costante, al fine di raccontare il brand dall’interno.

#2 Social Network

Sarebbe impossibile non includere nei tools utili a trovare clientela i Social Network. Da uno studio effettuato si evince come un utente medio trascorra almeno 50 minuti al giorno navigando nella timeline di Facebook. Agire sui social sarebbe una vera e propria miniera d’oro, ma bisogna anche farlo nel modo corretto. Facendolo in un modo errato, si rischia solo di rovinare il proprio brand e la propria reputazione.

Esistono diversi social network, e ognuno racchiude in sé caratteristiche e potenzialità differenti:

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Instagram
  • Youtube

Sono solo alcuni tra i social più utilizzati sul web. Particolarmente Facebook ha quel “qualcosa in più” per riuscire a trovare clientela, soprattutto grazie all’utilizzo di pagine aziendali ed un sistema di Ads avanzato (campagne pubblicitarie attraverso le quali puoi sponsorizzare la fan page o un post in particolare, impostando il target adeguato. Una strategia di visibilità basata su Facebook permette ai contenuti legati al brand di raggiungere una potenziale clientela specifica e più interessata al tuo business, cioè un pubblico con età, interessi, cultura e localizzazione specifici).

In Twitter, puoi beneficiare del contatto diretto con gli utenti, creare dei video tutorial per risolvere problemi con una guida ben fatta sul canale YouTube, inserirti in conversazioni dove puoi mostrare le competenze della tua azienda in linkedIn o sfruttare Instagram per una strategia di visual marketing, postando foto del tuo lavoro in azienda e dei collaboratori, creando un feeling con chi ti segue e guadagnando, pian piano, fiducia.

#3 Canale Telegram

Uno strumento snobbato dai poco esperti del settore è Telegram. Più grande concorrente di WhatsApp sul mercato, vanta un comparto tecnico migliore di quest’ultimo. Un fantastico strumento che permette di sviluppare efficaci strategie di web marketing attraverso le quali attirare nuovi clienti. Chiunque usi Telegram e voglia seguire gli aggiornamenti di una società, non dovrà fare altro che iscriversi al suo canale relativo. Una volta iscritto, sarà come una newsletter, ma più immediata. Ad ogni messaggio inserito dalla società, il sistema avvisa con una notifica diretta della chat gli utenti iscritti.

#4 Google AdWords

Anche Google ci viene in aiuto proponendo il suo servizio Google AdWords ai professionisti, potendo contare su un pubblico molto vasto. Google è il motore di ricerca per antonomasia. Sulla piattaforma vengono effettuate mensilmente 40-60 miliardi di ricerche. Attraverso Google AdWords possiamo mettere degli annunci a pagamento targettizzati, che ci reindirizzano sul nostro sito. Ovviamente è sempre meglio affidare l’incarico di gestione delle campagne di annunci ad un professionista, dato che avrete a che fare con vari fattori tra i quali: keywords, CTR, CPC, Impression ed una serie di variabili che, capire da soli, è praticamente impossibile.

Anche perché, chi utilizza AdWords, è un professionista che ci lavora quotidianamente e riesce a capire dove, come e quando agire per migliorare il nostro riscontro.

5# Feedback

Una cosa molto importante sul quale si basa l’essere umano è l’opinione degli altri suoi simili. Sicuramente anche tu, prima di acquistare un prodotto su Amazon, ne leggi le caratteristiche e, oltre a quelle, la tua decisione si attua sempre e solo dopo aver letto i pareri e le recensioni di chi ha acquistato quel prodotto prima di te. Sarebbe buona norma far rilasciare ai propri clienti una dichiarazione di come si sono trovati col tuo prodotto o servizio e metterla in una sezione apposita del tuo sito. Ancora meglio se è il cliente stesso a rilasciare la recensione, magari direttamente dallo strumento di Facebook, come nel nostro caso. Le persone hanno più fiducia nel parere di altri utenti, basato sull’esperienza, rispetto alle descrizioni che ha creato l’azienda per pubblicizzare il proprio prodotto.

Questa è solo una carrellata di tools utili per trovare nuovi clienti. Ce ne sarebbero degli altri e sono talmente tanti, da poterne scrivere un libro. Ma questi, sono i principali e maggiormente utilizzati. Ovviamente non tutti hanno le conoscenze per poter procedere da soli. Per questo, spesso, è meglio chiedere aiuto ad una Web Agency come la nostra ove, queste cose, sono praticamente il pane quotidiano.


Vuoi essere contattato per ricevere maggiori informazioni? Lascia la tua mail!

Share this
31 Gen 2017

Come nasce un sito web? Dal brief iniziale al web marketing

Quest’oggi vogliamo parlarti di quello che facciamo appena entriamo in ufficio ed accendiamo i nostri PC, lo sviluppo di siti web. Ovviamente, un sito internet non si crea da solo dal giorno alla notte e, noi, vogliamo raccontarti il nostro metodo di lavoro ed i vari step che affronteremo insieme per la costruzione della tua identità online e la propagazione del tuo brand sul mercato più grosso e redditizio di questi anni: il web.

Ovviamente ogni Web Agency ha il suo metodo di lavorare e di organizzare i processi e noi ti faremo capire il nostro in modo da avere ben chiaro quali sono gli step che seguiamo. Noi siamo una società di Milano e, che tu sia di Roma, Firenze, Torino, Napoli, Palermo, Pisa o altre città non importa. La creazione della piattaforma e i vari brief, che vedremo tra poco, potranno anche essere effettuati da remoto, con tutti gli strumenti messi a disposizione in questi anni (Skype, Telefono, eMail,…).

Primo brief con il cliente

Moltissime società sottovalutano il primo incontro con il cliente (ossia tu). Il primo brief è un momento cruciale del progetto ed influenzerà il processo di sviluppo del sito internet e delle azioni marketing da effettuare successivamente alla messa online del lavoro. In questa sessione, la quale può essere fatta dal vivo o telefonicamente, definiamo le basi del progetto e raccogliamo le informazioni utili a decidere quale struttura dare al sito e quale veste grafica adottare.

studiomosca3

In questo passaggio ti effettueremo delle domande riguardo la tua attività, di cosa ti occupi nello specifico, se hai già un sito web, se hai già effettuato azioni di marketing o pubblicitarie, a quali prodotti o servizi desideri dare maggiore rilevanza,… Il nostro obiettivo è realizzare una comunicazione online coordinata con quella offline. Definiremo insieme gli obiettivi che vuoi ottenere e studieremo una metodologia d’azione mirata giusta per te ed il tuo progetto.

Stesura preventivo e bozza design

Una volta capito gli obiettivi che vuoi raggiungere ed aver analizzato il materiale a nostra disposizione, stileremo un preventivo accompagnato da bozze grafiche. Studieremo il portale e prepareremo una bozza basata principalmente sulla User Experience, ossia ciò che una persona prova quando utilizza il tuo sito web. La User Experience è fondamentale per un sito web e, proprio per questo, è sempre consigliato far creare il proprio sito a Web Agency che lo fanno di mestiere! Come si ottiene la User Experience? La User Experience si ottiene principalmente attraverso una corretta disposizione degli elementi visivi e testuali, una buona scelta del font da utilizzare, un’oculata scelta dei colori, per cercar di far sentire al proprio agio il navigatore senza doversi sforzare a leggere parti del nostro sito: nulla viene lasciato al caso.

wireframe-tablet

Revisione della bozza grafica

Una volta creata la bozza, te la invieremo tramite mail o, se di Milano, puoi venire presso i nostri uffici per discuterne e vedere se vi si possono effettuare modifiche e/o miglioramenti. La realizzazione di un sito web deve essere un lavoro polivalente, noi mettiamo la nostra esperienza al tuo servizio, consigliandoti cosa attira maggiormente nel periodo attuale un tuo probabile cliente e tu, in quanto nostro cliente, la tua visione completa dell’azienda e dei suoi obiettivi.

Durante l’incontro vedrai due/tre layout (o anche più, dipendentemente dal budget utilizzato per la creazione) delle pagine principali del tuo sito. Se la proposta non dovesse piacerti, si può pensare di rivedere il tutto e, ricreare, altre bozze grafiche da sottoporti, altrimenti, se la proposta viene accettata, si può partire con la vera e proprio creazione della piattaforma!

Il sito comincia a prendere vita

Ora che abbiamo tutto pronto, il progetto può partire e la creazione partirà a pieno regime! Quello che ora andremo ad attuare è la trasformazione delle bozze grafica, in codice HTML/CSS. Questa fase è una delle più delicate se non importanti dell’intero progetto. Curiamo in maniera meticolosa ogni singolo dettaglio, rendendo il sito compatibile su tutte le piattaforme (smartphone, tablet,…) impiegando parecchi giorni alla lavorazione, se la complessità del sito lo richiede.

Oltre alla grafica del sito, vi saranno anche i testi che dovranno essere in grado di coinvolgere l’utente portandolo a compiere le azioni desiderate (Acquisto? Click su un link? Compilazione di un form?). In questa fase entra in gioco anche il web copywriter: a seconda della disponibilità e del budget, il compito del copywriter sarà di adattare i testi forniti da te per renderne più agevole la consultazione online oppure creare i testi da zero qualora tu non disponga di materiale.

ResponsiveDesign1

Fine lavorazione e sito online! È finita?

Quello che molti nostri clienti pensano è che una volta messo online il portale può bastare così. Ma non è affatto vero! Come già spiegato in un nostro precedente articolo, non basta avere un sito online per avere clienti e farsi guardare. Bisogna effettuare un’attenta ed accurata azione di Marketing che cambierà da cliente a cliente, da settore a settore, da servizio a servizio.

Misurare la quantità e la qualità delle visite è un aspetto fondamentale e, per questo motivo, sui siti che realizziamo installiamo sempre un codice di monitoraggio Google Analytics, il quale ci permette di vedere quante persone visitano il tuo sito web e come interagiscono con esso.

webmarketing1

Per far arrivare sul sito gli utenti si devono svolgere diverse attività legate ai vari settori del web marketing. A seconda della strategia e dal budget preventivati decideremo quali sorgenti di traffico sfruttare e quali azioni intraprendere: ottimizzare il sito per migliorarne il posizionamento su Google, avviare una campagna PPC o interagire con i clienti su Facebook, Twitter o LinkedIn con una campagna di social media marketing.

Come avrete sicuramente capito dall’articolo, la creazione di un sito non è affatto una cosa semplice e, come in un nostro precedente articolo, non è assolutamente una cosa che si può ottenere gratuitamente. La creazione di un sito ed il suo successivo mantenimento devono essere operazioni continue ed in linea con le esigenze e gli obiettivi del cliente.


Vuoi essere contattato per ricevere maggiori informazioni? Lascia la tua mail!

Share this
23 Gen 2017

Web Marketing per Hotel e portali turistici

Hai un Hotel o un portale turistico e gli affari vanno male? Accusi di questo il periodo di “crisi” attuale? Non dare la colpa alla crisi! La colpa è tua che non utilizzi il web per farti conoscere o, se lo utilizzi, lo fai in modo errato! Hotel, campeggi, villaggi, tour operator, portali: seguiamo strutture che vogliono far decollare il loro fatturato, il loro utile ed il numero di presenze.

hotel-strutture

Da un’indagine effettuata da Google è sorto che il 95% di chi usa Internet lo fa per trovare informazioni su alloggi, hotel, vacanze o viaggi. Il 65% di questi effettua l’acquisto direttamente dai siti web dell’azienda. Ad oggi, oltre ai motori di ricerca, fanno da padrone anche le recensioni, i social network ed i commenti degli utenti.

Se sei nella categoria di hotel o portali turistici che non riescono a stare in piedi o, comunque, hanno un basso fatturato rispetto ai concorrenti, noi possiamo fare al caso tuo! Ci occupiamo noi di far decollare il business della tua struttura come pochi semplici passi:

  1. Analizziamo la tua struttura, il tuo target ed i tuoi punti di forza per trovare un giusto modo di proporti sul mercato;
  2. miglioreremo la tua attività tramite l’utilizzo di metodologie moderne ed all’avanguardia di marketing atte a far decollare le prenotazioni e le vendite;
  3. ti aiuteremo a creare offerte turistiche adeguate gestendo ed aiutandoti con promozioni per massimizzare il tuo utile;
  4. daremo il massimo per farti ottenere più traffico di utenti interessati ed alla ricerca della tua struttura;
  5. trasformeremo il tuo sito web in un potentissimo strumento di conversione del visitatore in cliente;
  6. accresceremo la tua reputazione online tramite l’utilizzo di portali i quali: Tripadvisor, Booking;
  7. sfrutteremo appieno il booking engine del tuo sito tramite tecniche di Revenue Marketing.

Non startene fermo, i tempi sono cambiati e le metodologie di marketing online continuano a cambiare giorno dopo giorno. Contattaci per maggiori informazioni o per avere un preventivo gratuito.


Vuoi essere contattato per ricevere maggiori informazioni? Lascia la tua mail!

Share this
23 Dic 2016

Strategie di web marketing: come trovare nuovi clienti

Una delle priorità di ogni azienda è cercare di attirare i leads, ossia quelle persone o società che possono essere interessate ai prodotti o servizi offerti dalla propria società. In questo articolo vedremo quali strategie di web marketing ti permettono di soddisfare questa necessità e quindi trovare nuovi clienti.

E’ uno dei passaggi più importanti da quando si apre un’attività. Che tu sia un ristorante, una paninoteca, una libreria o gelateria non importa e non basta aprire un sito web per avere clienti, è fondamentale lavorare al posizionamento del proprio sito per far sapere al mondo che esisti.

Hai una buona visibilità sul web?

Il concetto è semplice:

Se le persone non conoscono un’azienda né i suoi servizi o prodotti, come possono sceglierla? Al contrario, più persone riesci a raggiungere, impiegando le giuste strategie di web marketing, e più aumentano le possibilità di trovare clienti interessati al tuo business. Quando la visibilità è maggiore le probabilità di raggiungere nuovi clienti si moltiplicano!

Una domanda sorge quindi spontanea: come si può fare per attirare il maggior numero di persone sul proprio sito e convertirli in clienti? La risposta è solo una, Marketing.

 

5 idee per migliorare la visibilità della tua Azienda e raggiungere nuovi potenziali clienti

 

Con la tecnologia ed il mondo dei social network di oggi è possibile attirare le persone sulla propria piattaforma per offrirgli servizi a cui sono interessati. Ecco una lista di 7 strumenti che la tecnologia ci offre ad oggi per farti conoscere, sfruttando il potenziale di internet e le sue infinite possibilità.

1# Sito web

Il primissimo strumento al quale bisogna pensare è un sito web. Consideriamo un sito web il biglietto da visita di una società, tutto dipende da lui. Tutte le campagne marketing che si faranno, porteranno al proprio sito. E se le campagne sono fantastiche e portano clientela, ma il sito graficamente e testualmente lascia a desiderare, non ci saranno conversioni. Più un sito è graficamente accattivante e pieno di contenuti, più conversioni da utenti a clienti ci saranno!

Al giorno d’oggi è impensabile aprire un sito web senza valutare una buona strategia di content marketing, prevedendo quindi l’integrazione di un blog da aggiornare in modo costante, al fine di raccontare il brand dall’interno e di risolvere i problemi delle persone nel campo.

2# Newsletter

Il secondo tool è più che altro utile ad affiliare clienti il quale portare avanti strategie di web marketing realmente efficaci: la newsletter. Strumento fondamentale per chi fa digital marketing offrendo la possibilità di aggiornare in modo frequente i clienti (e potenziali tali)  per informarli e metterli a conoscenza delle novità del brand.

Inviare newsletter per un’azienda vuol dire curare l’invio periodico di email atte a mantenere alto l’interesse degli iscritti. La newsletter, se contiene link che rimandano al sito, aumenta il traffico verso lo stesso e continua l’opera di fidelizzazione del cliente.

3# Social Network

Tool fondamentale sono i social network. Se i recenti studi che affermano come un utente medio trascorre almeno 50 minuti navigando nella timeline di Facebook fossero fondati, allora si tratta davvero di un’occasione d’oro da sfruttare per dare visibilità alla propria azienda. Esistono diversi social network ed ognuno di essi ha delle caratteristiche e potenzialità differenti dagli altri.

Possiamo trovare nello specifico:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Instagram
  • YouTube

Primo tra tutti Facebook, con oltre 1,65 miliardi di utenti attivi è considerata la piattaforma social per eccellenza. L’apertura di una pagina Facebook per la propria azienda è più che consigliata per raggiungere un vasto pubblico di interessati ed iterazione col cliente finale. Potendo anche contare sul servizio Facebook Ads, ossia campagne pubblicitarie attraverso le quali si possono sponsorizzare la pagina e/o un post particolare, impostando il target adeguato.

schermata-2016-12-23-alle-12-17-25

Se decidi invece di utilizzare Twitter, puoi beneficiare del contatto diretto con gli utenti, su Google Plus puoi valutare l’organizzazione di webinar attraverso lo strumento Hangout, o creare dei video tutorial per risolvere problemi sul canale YouTube.

4# Campagne pubblicitarie con Google

Google mette a disposizione dei propri utenti tantissimi tool per pubblicizzare il proprio sito. Il migliore rimane in assoluto Google AdWords. A seconda delle scelte, l’azienda potrà:

  • Essere sponsorizzata solo sui risultati del motore di ricerca basati su precise parole chiave (keywords);
  • Essere visualizzata su parte dei tantissimi siti affiliati con Google, centrando un target impostato secondo criteri dettati dalla necessità del brand.

La creazione delle campagne e la stesura delle parole chiave oltre al controllo e gestione degli annunci è meglio farla fare a web agency competenti in materia come la nostra. Questo per evitare sprechi e per fare in modo di effettuare uno studio approfondito ed un coordinamento professionale delle campagne da svolgere.

5# Feeback eCommerce

Ultimo ma non meno importante nelle 7 strategie di web marketing attraverso le quali trovare nuovi clienti è un buon sistema feedback. Questa pratica è prettamente diffusa negli e-commerce (ma non solo), dove gli acquirenti vengono invitati a lasciare un’opinione sul prodotto acquistato o al servizio offerto.

Le persone hanno più fiducia nel parere dato dai propri clienti, basato sull’esperienza, rispetto alle descrizioni create dall’azienda per pubblicizzare il proprio prodotto.

Questa data fino ad ora è soltanto una parte della carrellata di strumenti moderni e tecnologici che si possono utilizzare a proprio vantaggio per far conoscere il proprio marchio e conquistare l’attenzione di sempre più persone al fine di scovare quelle potenzialmente interessate ai tuoi prodotti e convincerle ad effettuare l’acquisto.


Vuoi essere contattato per ricevere maggiori informazioni? Lascia la tua mail!

Share this

© 2011-2018 Niro Informatica | All Rights Reserved