10 Apr 2018

Essere presenti sul web è davvero importante?

È la domanda che ci si pone sempre più spesso al giorno d’oggi: “Ma è davvero così importante avere un sito web ed essere presenti Online?“. La risposta nel 2018 dovrebbe essere scontata, ma non molti la capiscono (anche tu sei ancora titubante?). Al giorno d’oggi, con le tecnologie giornalmente utilizzate e con il pubblico spostato in massa sui Social Network la risposta non può che essere un sonoro: SI.

È fondamentale di questi tempi, se non obbligatorio, essere sul web. Negli ultimi anni, la diffusione di Internet ha subìto una spaventosa crescita che ha portato alla quasi saturazione del numero di Indirizzi IP disponibili col protocollo IPv4 (sostituito dal più recente IPv6). Internet è diventato in breve tempo, oltre ad un mezzo di comunicazione di massa, uno strumento di marketing decisivo e funzionale per tutte le aziende e società che devono vendere i propri prodotti o servizi al pubblico.

Il Web è utilissimo per migliorare la tua Brand Identity rendendo la tua azienda molto più “amichevole” agli occhi degli utenti.

Un po’ di numeri…

Dall’analisi dei dati provenienti da 239 Paesi, è emerso come il numero degli utenti connessi ad internet nel mondo abbia sorpassato la soglia dei 4 miliardi di persone: un dato storico che ci dice che oggi più della metà della popolazione mondiale è online.

L’utilizzo dei social media cresce insieme ai “connessi”, con un numero di utenti superiore del 13% rispetto all’ultima rilevazione di un anno fa. Gli utenti attivi sono ad oggi più di 3 miliardi nel mondo (di questi 9 su 10 accedono via device mobile).

Con quasi 2.1 miliardi di utenti e una crescita pari al 15% (dato year-on-year), Facebook continua a dominare lo scenario social mondiale. Instagram registra una crescita straordinaria triplicando il numero dei suoi utenti. WhatsApp e Facebook Messenger registrano un tasso di crescita doppio (30%) rispetto a Facebook (dato year-on-year).

Ma parliamo ora dell’Italia. In Italia il 73% della popolazione è online (43 milioni di persone), con 34 milioni di utenti attivi sui social media. Durante il 2017 si è registrata una crescita di 4 milioni di persone connesse ad Internet (+ 10% rispetto all’anno precedente) ed una crescita di 3 milioni di utenti social media (+ 10% rispetto all’anno precedente). Trascorriamo circa 6 ore al giorno online.

E con ciò?

Con i dati riportati sopra, si deduce che non essere presenti online attivamente, con un sito ben costruito e curato o eCommerce, può far perdere un grandissimo bacino di clientela e possibilità. I tempi cambiano e tu, devi evolverti insieme a loro. È oramai passato (e non basta più) il tempo del passaparola, amico chiama amico, volantini in casella e vecchie metodologie. Oggi la parola d’ordine per presentarsi online si chiama: sito web.

Ma non basta avere un sito web per avere clientela. Bisogna possedere un sito ben progettato e ben indicizzato. Un sito che non ha queste caratteristiche, non godrà dei benefici che il web ha da offrire e verrà tagliato fuori, dalla lunga serie di vantaggi che quest’ultimo possa dare.

Per questo ti sconsiglio sempre di far fare il tuo portale aziendale ad amici, familiari o chi non lo fa di professione. Queste tipologie di persone non sanno l’enorme lavoro che vi è dietro alla creazione di un portale. Non basta avere una grafica ed un pannello di controllo. Ci vuole anche l’indicizzazione, la SEO, pratiche SEM per espandere il proprio brand.

Tra l’altro, non sono in molti a capire che possedere un sito web è il più economico e multimediale mezzo pubblicitario di sempre. L’inserimento di articoli, cataloghi e promozioni sul web, costa molto meno di stampare e, con un investimento predefinito, permette di raggiungere un numero di clienti maggiore.


Vuoi rimanere aggiornato con le nostre ultime novità? Iscriviti alla nostra newsletter.

Share this
17 Feb 2017

Trovare clienti con il Facebook Marketing – [Parte 6]

Eccoci. Ora abbiamo le email ed i calcoli che la nostra campagna ha avuto trovando, con semplici formule spiegate nell’articolo precedente, la percentuale di successo e le conversioni a cui siamo arrivati. Ora che abbiamo finalmente un database di mail, che cosa ci dobbiamo fare?

Trasformare un cliente da “freddo” a “caldo”

L’obiettivo di raccogliere un database di mail è quello di trasformare un cliente da freddo a caldo. Il cliente si deve fidare di te, deve capire che tu sei un professionista del settore. Farlo sentire parte integrante della tua azienda e della tua crescita professionale. Per fare ciò ci corre in aiuto una metodologia di mailing soprannominata eMail Workflow. Ci sono vari software utili per questa pratica, noi utilizziamo GetResponse.

unnamed

Tramite questo software è possibile far inviare eMail automaticamente dal sistema quando lo desideri a cadenza giornaliera, settimanale o mensile ai tuoi iscritti. Prepari anticipatamente il corpo delle varie mail ed il sistema, ogni volta che si iscrive nel database un utente, partendo dal giorno 0, invia a cadenza le varie mail programmate.

In questo modo, l’utente si aggiorna ed informa in modo continuativo e, se avrà mai bisogno di un vostro servizio, si ricorderà certamente di voi. Ovviamente, l’eMail Workflow deve avere un piano d’azione con l’obiettivo finale la vendita del prodotto o servizio.

Sei un ristorante? Invia agli iscritti le ricette dei tuoi piatti! Una ricetta ogni 2/3 giorni o approfondimenti degli ingredienti utilizzati. Sei una web agency? Invia delle mail con videocorsi sul come aumentare clienti utilizzando Facebook Ads o Google AdWords. Hai un eCommerce di prodotti di bellezza? Invia agli iscritti delle mail con vari consigli utili nell’utilizzo di certe creme, proprietà ed offerte. Ci sono milioni di esempi per ogni attività. Invoglia il cliente a seguirti e, al momento giusto, inviagli uno sconto sul tuo prodotto a tempo limitato per farlo procedere all’acquisto!

Web-Marketing

Pensi sia finita qui?

La nostra mini-guida in pillole finisce qui. Ma non pensate sia tutto! Il marketing è un settore molto più complesso e, i fattori determinanti, sono tantissimi. Impossibili da esplicare in una semplice mini-guida in pillole. Proprio per questo, troviamo sempre corsi, libri e vere e proprie scuole dedicate al marketing ed alle sue forme. Se vuoi maggiori informazioni, delucidazioni o hai qualche domanda sull’argomento, non esitare a contattarci!


Vuoi essere contattato per ricevere maggiori informazioni? Lascia la tua mail!

Share this
03 Feb 2017

Trovare clienti con il Facebook Marketing – [Parte 5]

Ci siamo. Nel precedente articolo abbiamo visto le basi di come impostare una campagna su Facebook con lo strumento Facebook Ads. Quindi l’abbiamo impostata e abbiamo atteso che i contatti rispondessero all’annuncio facendo il loro corso.

Adesso la campagna è finita. Quanto abbiamo speso? 3 Euro? 10 Euro? 20 Euro? Spero di no. Il minimo di spesa per un post ben strutturato come quello che abbiamo precedentemente visto è di 50 Euro. Solo così possiamo a questo punto eseguire i calcolo di quanto effettivamente la campagna ci abbia fruttato in termini di contatti.

bigstock-Businessman-Touching-A-Chart-I-37550737

Calcoliamo il nostro successo per migliorarci

Ebbene, arrivati a questo punto dobbiamo fare un po’ di calcoli matematici. Dobbiamo capire, dalla campagna appena effettuata, a che percentuale di successo e conversioni siamo arrivati per capire se procedere di questo passo, o cambiare tattica.

Andremo quindi a calcolare:

  • Conversion Rate (CR);
  • Sales Rate (SR);
  • Lead Rate (LR);
  • Ritorno sull’investimento (ROI).

Nulla di spaventoso, sono semplicissime formule matematiche. Scordatevi logaritmi, integrali, potenze,…

Il calcolo del Conversion Rate (CR)

La prima parte della formula è data dalla Conversion Rate, ovvero la capacità della nostra Optin Page di convertire i visitatori in contatti.

Ecco come si calcola:

CR = Contatti/Visitatori

Se vuoi ottenere la percentuale basta che si moltiplica questo valore per 100, quindi:

%CR = CR*100

Se sulla nostra Optin Page arrivano 1.000 visitatori e 100 compilano il form, il Conversion Rate sarà:

CR = 100/1000 = 0,1

%CR = 0,1*100 = 10

Il 10% di 1.000 visitatori hanno compilato il form “facendoci sentire”, il loro interesse.

Ts-20969_roipoker_1200x675_main-image_1447713854270_tcm1541-265621

Il calcolo del Sales Rate (SR)

La SR indica la capacità di tradurre in clienti (vendite) i contatti acquisiti nella fase precedente.

Ecco la formula:

SR = Clienti/Contatti

%SR = SR*100

Se la nostra Optin Page ha prodotto 100 contatti e di essi 20 hanno acquistato un nostro prodotto diventando nostri clienti, la percentuale di Sales Rate sarà:

SR = 20/100 = 0,2

%SR = 0,2*100 = 20

Sapendo ora il prezzo medio di vendita (€PM), possiamo mettere insieme le formule e calcolare la previsione di fatturato:

Fatturato = Visitatori*CR*SR*€PM

Immaginiamo di avere i seguenti dati:

  • Visitatori: 5.000
  • Contatti: 1.000
  • Clienti: 150
  • €PM: 97,00 Euro

Applicando la formula avremo:

Fatturato = 5000*0,2*0,15*97 = 14.550 Euro

Ti chiederai sicuramente perché non ho fatto semplicemente il numero di clienti moltiplicato per il prezzo del prodotto. Certo, avrei potuto farlo se avessi avuto tutto i dati subito ma, se volessi fare delle proiezioni di fatturato, ho bisogno di tutti i fattori descritti sopra.

E ora cosa me ne faccio di questi dati?

Se ti stessi ponendo questa domanda, penso tu non abbia ancora afferrato il concetto di Marketing. Il Marketing, è il continuo studio della metodologia giusto per avvicinare i clienti alla tua realtà imprenditoriale e fargli acquistare i tuoi prodotti. Ad esempio, con una campagna abbiamo ottenuto un CR del 20% ed un SR del 10% mentre con la successiva, un CR del 35% ed un SR del 15%? Vuol dire che funziona maggiormente la seconda campagna fatta, vuoi per un’immagine più accattivante o per un testo scritto meglio, è quella che funziona di più e, a questo punto, devi solo migliorare il tiro basandoti sul “cavallo” vincente.

Il segreto del Marketing sono le prove. Non puoi sapere come risponderanno gli utenti al tuo annuncio, bisogna sempre provare diverse forme e metodologie di comunicazione.

Nel prossimo articolo, vedremo arrivati a questo punto, cosa fare con i contatti reperiti. Abbiamo una lunga lista di mail, ma cosa dobbiamo farci? Ci sono vari metodi per far diventare dei contatti da freddi a caldi e pronti all’acquisto dei tuoi prodotti.

[CONTINUA NEL PROSSIMO ARTICOLO]


Vuoi essere contattato per ricevere maggiori informazioni? Lascia la tua mail!

Share this
25 Gen 2017

Perché avere un sito web? A cosa serve?

Perché avere un sito? Bella domanda! Se ti stai ponendo ad oggi questa domanda, vuol dire che non sei ancora a conoscenza dei vantaggi che può avere un’azienda essendo presente sul web. In Italia si collegano oltre 28 milioni di utenti al mese e, i dati, sono in costante crescita!

avere un sito web

Per chi non frequenta internet o non ha ancora preso in considerazione questo mercato la domanda è più che legittima. Le risposte al perché “essere sul web” sono davvero tantissime, ma noi forniremo le più importanti in modo da farti capire cosa stai perdendo non essendo presente sul World Wide Web come tutti o la maggior parte dei tuoi concorrenti.

  • È il punto di partenza della tua attività

    Il sito web dovrebbe essere il tuo secondo punto dopo l’apertura della Partita IVA. Come detto, oltre 28 milioni di utenti al mese naviga su internet ma, soprattutto, oggi come oggi quando dobbiamo acquistare qualcosa, quello che facciamo è andare su Internet alla ricerca di notizie sul prodotto, recensioni, pareri, video,… Se il tuo prodotto non è sul web, hai già perso in partenza e la fascia di clienti alla quale puoi vendere è ridotta drasticamente al passaparola e/o volantinaggio, pratiche di marketing in perdita.

  • Chi è presente in internet ha sicuramente più vantaggi di chi non ci sta

    Come detto nel punto precedente, avere un sito web nel 2017 non è una scelta, ma un obbligo! Oramai il sistema dei passaparola e volantinaggio non funzionano più! Ad oggi, con tutte le App degli Smartphone, internet, portali di recensioni, quella del volantinaggio è la scelta più sbagliata che tu possa fare. Pensa ad esempio un ragazzo, che vuole andare a mangiare del buon Sushi con la tua ragazza. Cosa fa? Gli amici dicono che c’è un ristorante nella sua città buonissimo, pensi ci vada subito? Assolutamente no! Va in internet e da un’occhio al sito del ristorante, al menù, alla sua pagina Facebook e alle recensioni rilasciate da chi ha già mangiato li. Se non sei sul web, non trovando riscontro online, il tuo probabile clienti ha il 90% di probabilità di scegliere un tuo concorrente trovato proprio mentre stava cercando te.

  • Essere sul web fornisce prestigio alla propria azienda

    Ovviamente chi è sul web ha una marcia in più. Ma, per avere prestigio, non basta essere sul web, ma avere anche un sito graficamente accattivante e ben impostato. Non si può avere prestigio sul web con un sito fatto in HTML Web 1.0.

  • Commercio elettronico (eCommerce)

    I negozi fisici stanno pian piano sparendo o, stanno unendo la fisicità del negozio stesso con l’online aprendo un eCommerce. Un eCommerce non è altro che una vetrina dei prodotti che vendi. Entrare in un eCommerce è come entrare in un negozio, sono pressoché la stessa cosa, con l’unica differenza che con l’eCommerce puoi raggiungere una fascia di clienti molto più elevata. Pensa essere un negozio di Avellino, se non hai un eCommerce, hai solo clienti fisici che vengono li da te ad acquistare o curiosare. Non avresti mai clienti di Milano, Roma, ecc… I tuoi clienti sono del tuo paese e zone limitrofe. Ma se avessi un eCommerce? A quel punto il tuo bacino di clienti aumenta a dismisura. Puoi avere clienti da tutt’Italia! E se fai un sito bi-lingue, ti possono arrivare clienti da tutto il mondo! Capisci l’importanza del web adesso?

  • Stimolare l’interesse dei clienti

    Con il tuo sito web devi stimolare l’interesse nelle persone che lo visitano. L’obiettivo è convertire il visitatore in cliente offrendogli il tuo servizio o prodotto. Ovviamente non bisogna mentire, se dici di essere il miglior idraulico di Milano, lo devi essere! Mentire non ha senso perché tanto poi tutto viene a galla e, quando lo farà, sarà un casino! Stimola il visitatore, fagli capire la bellezza e l’univocità del tuo prodotto tramite immagini accattivanti, payoff e richiami.

  • Visibilità ovunque e raggiungibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno

    La tua società o negozio non sono aperti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno. Il tuo sito si. Chiunque può visitare il tuo sito web a qualsiasi ora del giorno, tutti i giorni, anche nei periodi festivi! Perché non farti trovare?

  • Per essere al passo con i tempi

    Ti piace che i tuoi concorrenti hanno un sito bello, accattivante dal quale reperiscono clientela e tu no? Penso proprio di no, vero? Bisogna sempre stare al passo con i tempi e, oltre che capire l’esigenza del cliente, capire dove essere presenti per reperire più clienti possibili. Non basta creare il sito e metterlo online. Bisogna anche curarlo, aggiornarlo, cambiare veste grafica quando quest’ultima risulta sorpassata. Insomma bisogna essere al passo con i tempi e stargli dietro altrimenti si rischia di diventare obsoleti.

  • Presentare quello che fai in modo semplice, veloce, intuitivo e creativo

    Il tuo sito web è la tua vetrina di quello che fai o vendi. Hai mai provato a spiegare a qualcuno a voce per cosa lavori? Ecco, sul web devi scriverlo, comunicarlo tramite immagini. Niente di complicato, il tuo sito ed i tuoi contenuti devono essere semplici, veloci, intuitivi e creativi. I tuoi clienti devono poter trovare quello che cercano in pochissimi click.

Meglio creare un sito gratuito o farmelo fare da una Web Agency?

Avevamo già precedentemente trattato in questo articolo di quali sono i problemi che si riscontrano con la creazione di un sito gratuito con i tanti generatori online. Non vorrei che, essendo noi stessi una Web Agency, pensiate che siamo ovviamente di parte. Perché non è così. Se non ci credete, potete tranquillamente creare il sito con una delle 1.000 piattaforme gratuite online. Una volta fatto e passato un po’ di tempo capirete che quello che vi abbiamo detto non erano cose campate in aria o per farvi convertire in nostri clienti.

Web-Design-Las-Vegas-33a-1600x900

La creazione di un sito gratuito può comportare solo una cosa: nessun guadagno. Non solo siti di questo genere non ti permetteranno di avere un dominio tuo con uno spazio web dedicato solo ed esclusivamente a te ed alla tua impresa ma limitano il tuo spazio ad un sottodominio del loro sito. E, soprattutto, finirai per:

  • Mostrare banner pubblicitari sui quali in realtà non monetizzi nulla (questo accade con WordPress e Altervista che, in cambio di un hosting gratuito, ti vincolano dal punto di vista pubblicitario);
  • Non poter modificare il tema o aggiungerne di nuovi se non passando ad una soluzione a pagamento o comunque più complicata o, peggio ancora, avere un sito graficamente uguale ad altre 100, 1.000, 1.000.000 di persone.
  • Avere un sito pieno di bug, ed errori;
  • Avere un codice sporco.

Ti faccio una domanda: tu perché vuoi creare il tuo sito web (oltre alle cose che ho detto io appena sopra)? Per avere clienti. Guadagnare. Stai certo che, con la creazione di un sito gratis, nessuno ti conoscerà. Perché? Semplice, come detto, non basta creare un sito perché quest’ultimo funzioni. Oltre ad avere un codice ben scritto ed ottimizzato lato SEO, bisogna fare delle campagne marketing per raggiungere i tuoi obiettivi. E con un sito gratis, fidati, nessuno acquisterebbe da te.

Meglio un www.gioiellidianna.it o un www.wordpress.gioiellidianna.it? Ovviamente il primo!

Le Web Agency non si occupano solo ed esclusivamente a crearti il sito bello, figo e pieno di contenuti, ma si occupano anche della tua Brand Identity, ossia l’insieme degli aspetti e degli elementi che determinano la percezione e la reputazione di un brand da parte del pubblico. Quella percezione profondamente emotiva ed istintiva, da cui dipenderà il gradimento e di conseguenza il successo di un marchio. Le agenzie web, lavorano a 360° sul tuo marchio e hanno un bagaglio di esperienze tecniche incommensurabile.

web-agency

In questo ci distinguiamo. Dare al cliente ciò che vuole con prospettive di guadagno reali e non solo a parole.

Adesso, preferisci perdere tempo a creare un sito gratis che non ti porterà da nessuna parte o affidare tutto ad una Web Agency con esperienza?


Vuoi essere contattato per ricevere maggiori informazioni? Lascia la tua mail!

Share this
19 Gen 2017

Ecco perché creare un sito non è facile come si dice

Crea il tuo sito web gratuitamente. Vuoi creare un sito? Utilizza la nostra piattaforma. Con la nostra piattaforma puoi creare il tuo sito web in soli 5 click. Scegli la tua template e crea il tuo sito, facile, veloce e sicuro.

Oggi come oggi, la creazione di un sito web viene presentata come un qualcosa di semplice e veloce, come un’operazione che richiede solo 5 minuti, o 5 click.

Oggi vogliamo dirvi una cosa che vi diranno in pochi: creare un sito, è difficile.

Certo, ci vogliono solo 5 minuti per creare un sito online gratis con strumenti come wix, jimdo, altervista e altri ancora. Ma la vera difficoltà sta nel creare un sito decente, unico e soprattutto, che funzioni allo scopo. Te lo dico per esperienza e dato che lavoro nel settore. La creazione di un sito web funzionale non richiede affatto quei 5 minuti che tante piattaforme pubblicizzano con caparbietà.

Ho pensato a dire il vero ad una soluzione per te, che ok, non richiede 5 minuti, ma riuscirai a creare un sito web da zero, funzionale ed utile allo scopo. Una serie di video-corsi su come creare tu stesso, senza l’aiuto di una piattaforma preimpostata, un sito decente ed unico. Ma parleremo di ciò più avanti.

Qual è il problema dei generatori di siti online?

niro-creazionesitofree

Più che chiederci qual è il problema di queste piattaforme, dovremmo conoscere quali sono i guadagni che può avere una generazione di un sito del genere. Ah, nessuno.

Non solo siti di questo genere non ti permetteranno di avere un dominio tuo con uno spazio web dedicato solo ed esclusivamente a te ed alla tua impresa ma limitano il tuo spazio ad un sottodominio del loro sito. E, soprattutto, finirai per:

  • Mostrare banner pubblicitari sui quali in realtà non monetizzi nulla (questo accade con WordPress e Altervista che, in cambio di un hosting gratuito, ti vincolano dal punto di vista pubblicitario);
  • Non poter modificare il tema o aggiungerne di nuovi se non passando ad una soluzione a pagamento o comunque più complicata o, peggio ancora, avere un sito graficamente uguale ad altre 100, 1.000, 1.000.000 di persone.
  • Avere un sito pieno di bug, ed errori;
  • Avere un codice sporco.

Una scelta comune una volta scoperta la verità

big-banner-front

Hai provato anche tu a creare un sito tramite una piattaforma gratuita e hai capito che non ti può portare da nessuna parte? Una volta avuta questa consapevolezza la maggior parte dei navigatori cerca una soluzione a questo madornale errore e cosa fa?

  • sceglie un hosting e compra un dominio (che non sia il classico .tk gratuito);
  • installa un CMS come WordPress.

E ora? Una volta installato WordPress il sito sembra ancora un blog o uno di quei siti creati con soli 5 click… Cosa si può fare? Si fa una ricerca su Google e si viene a conoscenza di siti come Themeforest, si guarda un po’ la vetrina, si sceglie il tema, click, carrello, download, setup ed è online.

Basta così? Assolutamente no, perché ricominciano i problemi! Non ti avevo detto che la creazione di un sito è difficile?

Personalizzazione e configurazione dei temi

portatil-ordenador-programacion-software-macbook-codigo-Fondos-de-Pantalla-HD-professor-falken.com_

WordPress una volta installato e configurato ti mette un tema default davvero bruttino e tu, forte dell’esperienza passata, non vuoi basare ancora una volta il tuo sito su una tema standard e default vero? Ecco quindi che entriamo nella fase di personalizzazione e configurazione del sito.

Una volta acquistata la template scelta dal sito Themeforest, è giunto il momento dell’installazione. La installi e… è tutto un casino! Non ci sono contenuti, i moduli sono inesistenti, non è come nell’anteprima che ti hanno mostrato vero? Ovvio, adesso bisogna configurare e personalizzare la template! Ci si arma di pazienza e si va alla ricerca di guide, manuali, video per la personalizzazione e configurazione della tua template (solitamente all’interno di ogni tema acquistato, deve esserci un manuale per la corretta configurazione).

Ok, adesso finalmente ho la template come mi era stata mostrata! E ora? Vorrei spostare questo riquadro a sinistra, questo a destra, le news le voglio impostate diversamente da ora, il colore del mio brand non è questo! Devo cambiarlo… È ovvio che vi siano richieste del genere. Ma per questo bisogna avvalersi di un esperto!

Personalizzazione del sito da un esperto del settore

codice-programmazione-final-1280x720

Ti starai sicuramente domandando che cosa sia l’immagine sopra riportata… Quello è il codice che ha creato il tuo sito web. Che differenza c’è tra te e l’esperto del settore? Tu, quei codici, li vedi come caratteri Arabi, l’esperto, li vede come se stesse leggendo un articolo di giornale e può modificarli a tuo piacimento!

Se sei alle prime armi, php, html, css, javascript, jquery, sql ti sembreranno dei mostri. Delusi dalla situazione a questo punto ti rivolgi ad una Web Agency come la nostra:

Allora dovresti spostarmi questa barra a destra a sinistra, cambiarmi questo font, quella foto, spostami anche quell’elemento in questa pagina. Fammi magari il sito in nero con le parole grigie così gli occhi non si affaticano,…

Ovviamente tutto ciò ha un costo! Una Web Agency o, più nello specifico, un Web Developer, non è nato “imparato” ma ha dovuto studiare, confrontarsi sul campo, seguire corsi a pagamento e non ti darà mai le sue conoscenze gratuitamente. L’idea attuale è che se una persona lavora con i computer può anche essere pagato poco o non essere pagato affatto, tanto lo fa in 5 minuti (abituati a pensare come ci vengono propinate le cose in pubblicità)! Però, nel caso vi si otturi il cesso, i 200€ per la riparazione all’idraulico li date vero? Il professionista è un professionista! Che sia un idraulico, un piastrellista, un muratore, un Web Designer o Web Developer!

Ma che cosa fa esattamente una Web Agency?

web-agency

Il valore di una Web Agency non è solo ed esclusivamente crearti il sito in silenzio sulla base di quello che dici. Una Web Agency ha raggiunto con gli anni e gli studi, una professionalità tale da poter monetizzare il tuo sito e riuscire, con il Marketing a far conoscere la tua piattaforma sul web, reperendoti clienti. Non solo, la Web Agency ascolta le tue richieste e, se qualcosa in esse non funziona perchè o non si usa più o è anti-web 3.0, te lo dice e vede di trovare una soluzione adeguata. Come sicuramente già hai sentito in giro, non basta creare un sito, per avere clienti.

Ok! Sito creato, adesso aspettiamo. I miei prodotti sono una figata riceverò sicuramente milioni di mail al giorno.

Sbagliato. Come detto non basta avere un sito per reperire i clienti. Nessuno ti conosce, nessuno (a parte i tuoi amici e parenti) sa che hai aperto un sito. Devi renderti reperibile sul web, tramite motori di ricerca (leggi il nostro manuale in pillole su Google AdWords), social network (leggi il nostro manuale in pillole sul Facebook Marketing) e tutte quelle forme e piattaforme utili a propagare il tuo brand. È questo che fa una Web Agency. Ti guida sui meandri del web. Facendo tutto da solo, un minimo errore e puoi chiudere la tua società. Il web è implacabile, una volta che sei segnato come una cattiva azienda, rimbalza ovunque online e sei segnato per l’eternità.

Concludo dicendoti di stare molto attento alle fregature ed alle piattaforme che ti “creano il tuo sito gratis in 5 minuti“. Nel 100% dei casi, un sito del genere, non ha futuro!


Vuoi essere contattato per ricevere maggiori informazioni? Lascia la tua mail!

Share this

© 2011-2017 Niro Informatica | All Rights Reserved