15 Mag 2018

Il Digital Marketing: cos’è e come si utilizza

Sentirete spesso parlare di Digital Marketing ma cos’è precisamente, e come funziona? Vediamo di fare un po’ di chiarezza sul termine.

La definizione di Digital Marketing è “l’insieme delle attività di marketing che utilizzano i canali web per sviluppare la propria rete commerciale, analizzare i trend di mercato, prevederne l’andamento e creare offerte sul profilo del cliente target“. Le attività del Digital Marketing Specialist comprendono quindi la SEO e la SEM oltre ad un’approfondita conoscenza di Google Adwords, eMail marketing, Lead Generator e tutte quelle azioni atte a portare clientela ed espansione del proprio brand online.

Una volta creato un sito web o eCommerce, il Digital Marketing è una di quelle azioni considerate fondamentali per far conoscere il proprio business.

Ma che cosa fa nello specifico un Digital Marketing Specialist?

Un Digital Marketing Specialist, deve essere in grado di progettare una digital strategy e tradurla in un piano di marketing digitale efficace in funzione dei diversi obiettivi aziendali. Nello specifico, tale figura dovrà:

  1. progettare e gestire attività di Video, Content e Social Media Marketing;
  2. apprendere le tecniche di SEO & SEM, Mobile ed Email Marketing;
  3. definire le metriche fondamentali di performance per valutare il ROI di un business;
  4. analizzare i dati e monitorare le campagne di marketing;
  5. ottimizzare i canali e le campagne così da raggiungere i KPI prefissati;
  6. comprendere le dinamiche di un Digital Brand strutturato;
  7. gestire i diversi canali di acquisizione utenti in un’ottica integrata.

Vediamo nello specifico quali sono gli aspetti principali del Digital Marketing:

Sito Web

Avere un sito web risulta essere al giorno d’oggi di vitale importanza per una società o negozio. Il sito deve trasmettere fiducia nel chi lo visita, ed essere sempre e comunque aggiornato. Uno degli obiettivi del Digital Marketing negli ultimi anni, relativa ai siti web, è la loro user experience. Ossia, l’esperienza che si da all’utente che visita il sito. Un sito deve essere facilmente navigabile, chiaro e decisivo.

Il 53% dei brand danno priorità alla user experience nelle loro strategie di trasformazione digitale nel 2018.

Blog aziendale

Fortunatamente sono in pochi a sottovalutare ancora l’importanza di un blog aziendale. Solo il 15% delle aziende non conosce la forza del content marketing. Affiancare al proprio sito web un blog aggiornato è un passo verso il successo e soprattutto, il branding online. Con l’utilizzo di un blog interno potrai:

  • aumentare il traffico sul tuo sito;
  • migliorare il posizionamento sui motori di ricerca;
  • migliorare il valore del tuo sito su Google;
  • generare più contatti e quindi clienti. Difatti le società che hanno un corporate blog e lo aggiornano con frequenza costante, generano un 67% in più di lead rispetto a coloro che non lo fanno;
  • migliorare la credibilità della tua azienda;
  • dare un valore aggiunto al tuo sito;
  • umanizzare il tuo brand;
  • fidelizzare i tuoi clienti o, comunque, le persone che ti seguono con interesse costante.

Un buon sito deve essere sempre affiancato da un buon blog. Ovviamente, il blog deve trattare di argomenti inerenti al settore d’interesse. Se sei una web agency, non puoi parlare di ortofrutta o lavorazioni industriali; ma ti focalizzerai sul lato del web marketing e di tutti gli accorgimenti e consigli utili per chi cerca una società come la tua.

Posizionamento sui motori di ricerca (Google, Yahoo,…)

Il posizionamento sui motori di ricerca fa in modo che quando un utente cerca un’informazione o una società competente nel tuo settore, tu sia li, tra le prime pagine, pronto a riceverlo ed aiutarlo. Perché tu appaia in prima posizione, bisogna rispettare certi accorgimenti, di questo si occuperà il Digital Marketing Specialist: l’utilizzo delle keywords corrette, la pratica del link building, la propagazione del brand sui social. Tutte azioni utili per il guadagno di posizioni sui vari motori di ricerca presenti sul web.

Pubblicità display

Un altro sistema che ti permetterà di ricevere contatti in modo veloce, se configurato ed aggiornato correttamente, è il sistema di pubblicità display indipendentemente dal fatto che sia fatta sui motori di ricerca con Adwords o sui social.

Tra tutte le strategia digital marketing questa, è quella che ti farà arrivare più contatti nel minor tempo possibile. Bisogna comunque farla bene, per evitare sempre di spendere il proprio budget inutilmente. Proprio per questo motivo, il Digital Marketing Specialist, dovrebbe supportarti in ciò, configurando le tue campagne e seguendole giornalmente con resoconti, modifiche e report.

eMail Marketing ed SMS Marketing

L’eMail e gli SMS sono due dei canali più potenti da poter utilizzare online. Ogni sito dovrebbe avere al suo interno l’iscrizione ad una newsletter ove, la società, potrà mandare agli iscritti aggiornamenti, novità e notizie sotto forma di mail o SMS. Questo sistema, può anche “riscaldare” i nuovi clienti, detti “freddi” e portarli ad acquistare i prodotti della tua società.

Per effettuare questi invii, sconsigliamo l’utilizzo di sistemi interni al proprio dominio. Nella maggior parte dei casi, si potrebbe incorrere in blacklist per SPAM o peggio, blocchi a livello IP. Proprio per questo motivo, sono nati nel corso degli anni, servizi di mailing esterni, come MailUp, SendInBlue ed altri sistemi che utilizzano server di loro proprietà per l’invio.

Social

Devo ancora dirti quanto siano fondamentali i social nel 2018? È oramai necessario che come brand, tu sia presente sui social in cui si muove il tuo pubblico target. Anche di questo dovrebbe occuparsi il tuo Digital Marketing Specialist. Come detto nel nostro precedente articolo, bisogna stare comunque molto attenti sulla presenza social. Il più grande errore che una società può fare, è aprire tutti i canali social. Bisogna essere presenti solo ed esclusivamente sui social che servono davvero alla tua impresa e rispettano i requisiti del tuo settore.

Facciamo un esempio: hai un’attività di ristorazione, dunque via libera con Instagram per le foto delle pietanze più succulente e si a Facebook per la geolocalizzazione e la parte advertising. LinkedIn, Youtube, Twitter e di altri social invece, se ne potrebbe fare anche a meno! Ed ecco che vi siete liberati di tempo e denaro da investire sui social più performanti.

APPUNTAMENTO A GIOVEDÌ, CON UN ALTRO ARTICOLO DI APPROFONDIMENTO!

Siti famosi e d’importanza mondiale sviluppati con WordPress.

Vuoi rimanere aggiornato con le nostre ultime novità? Iscriviti alla nostra newsletter.

Share this
26 Apr 2018

Come scegliere la giusta Web Agency per la tua azienda?

Come già detto in un nostro precedente articolo, la presenza online oggi come oggi risulta essere di fondamentale importanza per una società e/o freelancer. Per essere presenti online, bisogna partire col piede giusto ed affidarti ai professionisti del settore: non metteresti mai mano ad un quadro elettrico in cortocircuito, chiameresti un elettricista. Stessa cosa te la consiglio per il lato web della tua impresa.

Scegliere una web agency, al giorno d’oggi, risulta anche fin troppo semplice. Basta aprire Google ed utilizzare come chiave di ricerca “web agency” o “sviluppo siti web” per essere sommersi di risultati. Ma qual è la qualità dei risultati? Quale web agency è migliore di un’altra? Come sceglierne una che sappia far accrescere il tuo business?

Lasciamo perdere quei servizi tutto incluso a meno di 99 Euro che ritengo personalmente offensivi ed inquinanti per il mercato del web. La scelta di un’agenzia è una questione davvero delicata, che merita molta, moltissima attenzione. Spesso, sbagliando, ci si basa solo ed esclusivamente sul prezzo, come se fosse un metro di giudizio sufficiente a stabilire serietà e competenze. La tua presenza online è gestita da svariate figure ed operazioni da attuare.

Ma quali fattori devi tenere conto per la scelta della web agency? Vediamoli insieme.

#1 – Il sito internet

Uno dei primi fattori da tenere in considerazione è sicuramente il sito web dell’agenzia. Con sito web mal costruito e con una comunicazione debole o peggio, un sito web inesistente o un blog creato su un’estensione di secondo livello .wordpress, come pensate che si comporterà nei confronti del vostro progetto? Meglio lasciar perdere a priori. Il sito web dell’agenzia deve rispecchiare la professionalità dei suoi lavori.

#2 – Portfolio

Nota fondamentale, avere un portfolio lavori. Ho visto siti di web agency con due progetti in portfolio, o creati tutti con template WordPress acquistate o peggio, con nessuno. Come potresti affidarti ad un’agenzia senza referenze? Oltre al portfolio risulta sempre importantissimo, se non fondamentale, le menzioni dei suoi clienti, le recensioni, ma non solo quelle scritte sul portale dell’agenzia. Le più veritiere sono quelle rilasciate su Facebook. Sarebbe ottimale se, nel sito dell’agenzia, vi fosse un collegamento alla recensioni rilasciate dai loro cliente su Facebook, proprio come facciamo noi.

#3 – Come si comporta col vostro progetto?

Una nota molto importante è anche il comportamento della web agency rispetto al vostro progetto. Risulta essere superficiale? Non vi fa domande sui vostri obiettivi, non valuta attentamente le vostre richieste? Non vi fa un’analisi preliminare e parla un linguaggio a voi sconosciuto riempiendosi la bocca di paroloni per voi senza senso? Lasciatela perdere. Molto probabilmente sta cercando solo un modo per accalappiare il cliente e guadagnare.

Cercate sempre di parlare con chi, alla fine, vi svilupperà il progetto. Parlare con un commerciale, vi farà solo perdere tempo.

#4 – Tecnologie utilizzate

Che tecnologie ha in mente di utilizzare la web agency che avete contattato? Prima di chiederti il budget che vorresti stanziare per il progetto, mette subito le mani avanti dicendo che costruirà la piattaforma col CMS WordPress? Ti ha parlato del responsive del tuo sito? Ti ha offerto un ventaglio di possibilità in base al budget in tuo possesso, o ti ha dato una sola strada percorribile?

Una web agency seria, prima di dirti con che sistema creerà il sito, ti chiederà sempre se si ha un budget massimo per la progettazione. In questo modo si va incontro al cliente ed alle sue esigenze. Se il budget è minimale, bisogna orientarsi su CMS Preimpostati mentre, diversamente, si potrebbe creare un sito ad hoc.

#5 – Pone al centro il tuo obiettivo?

I tuoi obiettivi sono importanti, se non fondamentali. Se non è l’agenzia stessa a trattare per prima questa tematica, si sta di certo sbagliando qualcosa. La web agency deve sempre capire qual è l’obiettivo del cliente: avere più clienti? Avere più visite? Fasi notare sul web? Vendere? Farsi conoscere? Il progetto cambia in base agli obiettivi che uno vuole raggiungere.

#6 – Costo del progetto

Il costo è uno dei fattori più importanti e valutati per i progetti sul web. Una volta stilato il preventivo, la fatidica ultima pagina contenente il prezzo della progettazione, è la prima che solitamente legge il cliente (erroneamente). Ogni web agency ha un suo prezzo.

Non c’è una regola assoluta da rispettare o un regolamento del listino delle web agency, anche se il buon vecchio detto “tanto paghi, tanto avrai” non poteva calzare meglio come in questo caso. Ponete molta attenzione in questo step. È vero, magari una persona che vi fa un sito a 500 Euro in giro ci sarà, ma quanto varrà realmente? Se l’investimento non genererà alcun ritorno o valore, saranno comunque “soldi buttati”. Il web oramai è saturo di portali, società e freelancer che “creano siti” per una manciata di euro. Ma una volta creato, pensate funzioni bene?

Il 98% delle persone che fa creare il proprio portale a basso costo da un freelancer o piccola agenzia, dopo pochi mesi, è costretta a reinvestire e fare un restyling di tutto. Perché? Semplicemente perché non funziona. La creazione di un sito web non è semplice e non basta un sito per avere clienti e raggiungere i vostri obiettivi. Dietro al sito c’è un’attenta ottimizzazione SEO da effettuare e soprattutto, una volta terminato, bisogna sempre attuare campagne marketing perché quest’ultimo cresca e frutti risultati.

Chiedete sempre dati oggettivi sul ritorno degli investimenti. Confrontati secondi i vostri dati ed analizzate sempre il ritorno ed i contatti ricevuti in conversion. Un investimento sbagliato può risultare fatale, ma uno giusto, può portare al raggiungimento di determinati risultati, e ciò non ha prezzo!

APPUNTAMENTO A MARTEDÌ, CON UN ALTRO ARTICOLO DI APPROFONDIMENTO!

I dati dei portali eCommerce in Italia nel 2017

Vuoi rimanere aggiornato con le nostre ultime novità? Iscriviti alla nostra newsletter.

Share this
12 Apr 2018

La differenza tra un Sito Custom ed un CMS Preimpostato?

Se siete capitati in questo articolo, è sicuramente perché state cercando la differenza tra un Sito Web Custom ed uno fatto con un CMS Preimpostato. Fermatevi un attimo e, prima di chiudere la pagina, leggete almeno quello che ho da dire in merito. Perché proseguire con la lettura ne varrà sicuramente la pena, statene certi.

Cominciamo magari a capire cosa vogliano dire i due termini sopra indicati.

Sito Web Custom

Per sito web custom si intende una piattaforma creata totalmente da zero. Il CMS (Content Management System) è creato da zero, con linguaggi di markup e programmazione dal web developer in base alle esigenze del cliente. Grafica, struttura, pannello di controllo; tutto creato ad hoc da una grafica precedentemente accordata e, anche quella, creata su misura, personalizzata ed unica.

Sito Web con CMS Preimpostato

Per sito web con CMS Preimpostato, si intende invece un portale creato con l’utilizzo di sistemi software già pronti all’uso. L’unica differenza sta nella template (theme). Il pannello di controllo ed il sistema utilizzato, è uguale per ogni persona che lo utilizza. Basti pensare a software i quali: Joomla, WordPress, Magento, Prestashop & Co.. Ci sono portali dai quali è possibile scaricare theme grafiche a pagamento e gratuite.

Ma che differenza c’è tra i due?

Le differenze tra i due metodi sono molteplici, come sono tanti anche i pro e contro dell’utilizzo di ciascuno di essi. Sostanziale è il fatto che, per quanto riguarda i CMS Preimpostati, non bisogna necessariamente saper programmare dal momento che la loro creazione, avviene attraverso template pre-scaricate, le quali “basterà” installare e configurare per avere il proprio sito pronto. D’altro canto, sviluppare un portale con un CMS Preimpostato impone l’utilizzo di una theme pre-scaricata e perciò, il tuo portale non sarà mai unico. Potrebbero esserci sul web, altri siti con la stessa grafica e la stessa impostazione.

Ma vediamo i pro ed i contro di ciascuna metodologia.

Vantaggi e svantaggi di un sito creato con un CMS Preimpostato

Vantaggi
  • sono ottimali per chi non ha l’esigenza di distinguersi dagli altri competitor (essendo una theme grafica da applicare, i siti sembreranno tutti molto simili tra loro);
  • sono disponibili template anche molto belli graficamente, basta saper cercare. Un esempio di portale sul quale trovare grafiche per CMS Preimpostati è ThemeForest;
  • offrono subito un’idea, tramite demo, di come sarà il sito finale;
  • si possono realizzare in tempi brevi;
  • si possono personalizzare nei colori e negli schemi delle pagine compatibilmente con la template utilizzata;
  • un prezzo di sviluppo contenuto.
Svantaggi
  • uno degli svantaggi più gravi è il “peso” del portale, oltre alla questione dell’indicizzazione e della velocità. Nel caso di un CMS Preimpostato stiamo utilizzando un codice preconfezionato. Naturalmente bisogna accontentarsi di quello che si ha e in questo caso, il codice non sarà mai pulito e performante come un sito web personalizzato creato da zero. Anche la SEO per l’ottimizzazione, richiede plugin ed estensioni di terze parti che, speso e volentieri, non sono molto funzionali;
  • una template è inoltre limitata nella personalizzazione. Un sito fatto con un template potrà essere modificato in misura che la template stessa permette;
  • troveremo sicuramente col tempo altre copie uguali del nostro sito. Con l’utilizzo di un CMS Preimpostato non saremo gli unici ad avere la grafica scelta. Ma quante persone vorranno, potranno scaricarla ed installarla;
  • un sito vetrina fatto con un CMS Preimpostato, nel caso in futuro si volesse implementare un eCommerce, andrebbe rifatto da zero se la template non permette l’implementazione di tale funzionalità.

 

Vantaggi e svantaggi di un Sito Web Custom

Vantaggi
  • sono unici e distintivi e permettono di rappresentare al massimo la figura dell’azienda e del brand;
  • sono estremamente personalizzabili, ci si può fare qualsiasi cosa, permettono l’inclusione in futuro anche di sistemi eCommerce ed ulteriori gestionali;
  • la versione mobile può essere gestita in modo migliore, rendendo il tutto più fruibile per un utente che naviga il sito da telefono o tablet;
  • sono ovviamente espandibili, e si possono inserire feature e funzioni extra in qualsiasi momento;
  • l’ottimizzazione della SEO non richiede plugin o simili, farà tutto il programmatore rendendo la SEO ottimale e funzionale ai massimi livelli.
Svantaggi
  • comporta tempi maggiori per la creazione in quanto viene disegnata prima la bozza grafica del sito e solo quando il cliente l’avrà accettata, verrà avviato lo sviluppo web;
  • ha un costo più elevato rispetto ad un sito sviluppato con un CMS Preimpostato in quanto prevede un lavoro di grafica ad hoc e un tempo di sviluppo maggiore.

Conclusioni

Insomma, avrete sicuramente capito che l’ideale per tutti sarebbe avere un Sito Web Custom unico e personalizzato. Gli svantaggi apportati dai CMS Preimpostati (quando parlo di CMS Preimpostati in questo articolo, intendo installazione e configurazione di CMS fatta da non esperti del settore), risultano essere maggiori e più gravosi rispetto ai vantaggi. Senza contare la grafica uguale magari ad un nostro concorrente (non faresti una bella figura).

Per questo, anche per la creazione di un CMS, consigliamo di avvalersi di una Web Agency con esperienza in modo da non rimanere delineati nella template scelta, ma poterla modificare codificamente e renderla, nonostante tutto, unica. Bisogna sempre vedere prima di tutto, le disponibilità del proprio budget.

APPUNTAMENTO A MARTEDÌ, CON UN ALTRO ARTICOLO DI APPROFONDIMENTO!

Tutti ricchi col marketing online. Corsi fuffa e come evitarli. 

Vuoi rimanere aggiornato con le nostre ultime novità? Iscriviti alla nostra newsletter.

Share this
23 Mar 2018

Consigli per migliorare il tuo sito web: apri e promuovi il tuo blog

Per un’impresa, un’attività, una persona è fondamentale avere un sito web per promuovere il proprio business. I motivi per i quali è necessario avere un sito web sono molteplici, come spiegato anche negli articoli precedenti: ottenere autorevolezza nel proprio settore; espandere il proprio brand; creare una community con cui interagire e conoscere i desideri del cliente; aiutare chi ha bisogno dei tuoi servizi consigliandogli la scelta migliore e più adeguata alle sue esigenze.

Per un sito web è anche di fondamentale importanza avere un blog e gestirlo nel migliore dei modi, scrivendo post regolarmente e promuovendolo sul web.

Il tuo blog deve essere raggiungibile in ogni momento

Da svariate ricerche si evince come, la maggior parte della popolazione mondiale, circa il 70-80%, naviga tramite l’ausilio di strumenti mobile (cellulari, tablet). Proprio per questo il tuo sito ed il tuo blog, devono essere responsive e facilmente raggiungibili da tali strumenti. Cioè deve adattarsi in pochi secondi al formato dello smartphone, per essere di facile lettura anche agli utenti che navigano con il Wi-fi o rete mobile.

Da diverso tempo, oltre agli accorgimenti da tenere conto per la facilità di lettura sui dispositivi mobile, bisogna anche contare il fatto che Google ha iniziato a penalizzare i siti non responsive facendogli perdere un punteggio di ranking enorme in graduatoria.

Una delle cose che ti posso consigliare è di tenere sempre sotto controllo l’anteprima dei tuoi articoli, sia per desktop che per mobile.

La velocità del tuo sito

La maggior parte degli utenti non ha pazienza di aspettare più di 3 secondi per il caricamento di una pagina. E quando questa impiega troppo tempo ad aprirsi, chiude e cambia sito. Fondamentale è quindi rendere il sito il più veloce possibile. Per valutare la velocità del nostro sito, ci corre in aiuto anche uno strumento di Google chiamato Page Speed Insights. Anche Google penalizza i siti troppo lenti, facendogli perdere, come nel caso non responsive, punti in ranking.

Evita di inserire sul tuo sito contenuti troppo pesanti, immagini, file, PDF o video interni. Piuttosto embeddali utilizzando sistemi fatti apposta per far risparmiare molti MB di caricamento e soprattutto, utilizza un sistema di caching a livello server. Le immagini non dovrebbero superare i 100kb di peso. Se le immagini del tuo sito attuale superano tale peso, significa sicuramente che c’è qualcosa che non va che può essere migliorato.

Facilità di lettura per l’utente

Una cosa da non sottovalutare è la facilità di lettura per l’utente. Vediamo sempre più portali con popup pubblicitari, immagini sotto forma di .gif (animate), colori sgargianti che dovrebbero essere aboliti dal web 3.0. È importante, se non fondamentale, mantenere uno stile semplice, che non sforzi la vista dell’utente e metta in risalto contenuti in maniera ben riconoscibile.

Due esempi pratici di come deve e non deve essere il tuo blog, puoi trovarli rispettivamente a questi due link: Award Winning Websites The World’s Worst Web Site.

Contenuti

Comunica bene e velocemente, fin dalle prime righe, di cosa stai scrivendo per invogliare l’utente a proseguire con la lettura. Fai capire ai lettori che ciò che stanno cercando, risiede proprio all’interno del tuo articolo.

Una buona introduzione è fondamentale, oltre ad un breve riassunto e all’inserimento di un’immagine in evidenza che possa rappresentare al meglio l’argomento.

Costanza è la parola d’ordine

Seguiresti di più una società che scrive almeno un post alla settimana o una che scrive 1/2 post ogni 3 mesi? Io personalmente, farei più affidamento sulla prima. Perché? Per il semplice fatto che sono attivi, e pubblicano contenuti che possono aiutarmi nel settore. Quindi un altro consiglio che ti do è: sii costante. Decidi un calendario editoriale di pubblicazione, uno al giorno? Uno alla settimana? Uno al mese? Una volta deciso segui il calendario e non sgarrare.

Conosci altre tecniche per migliorare un blog?

Discutiamone insieme. Scrivici sulla nostra pagina Facebook o contattaci direttamente qui.


Vuoi rimanere aggiornato con le nostre ultime novità? Iscriviti alla nostra newsletter.

Share this
23 Dic 2016

Strategie di web marketing: come trovare nuovi clienti

Una delle priorità di ogni azienda è cercare di attirare i leads, ossia quelle persone o società che possono essere interessate ai prodotti o servizi offerti dalla propria società. In questo articolo vedremo quali strategie di web marketing ti permettono di soddisfare questa necessità e quindi trovare nuovi clienti.

E’ uno dei passaggi più importanti da quando si apre un’attività. Che tu sia un ristorante, una paninoteca, una libreria o gelateria non importa e non basta aprire un sito web per avere clienti, è fondamentale lavorare al posizionamento del proprio sito per far sapere al mondo che esisti.

Hai una buona visibilità sul web?

Il concetto è semplice:

Se le persone non conoscono un’azienda né i suoi servizi o prodotti, come possono sceglierla? Al contrario, più persone riesci a raggiungere, impiegando le giuste strategie di web marketing, e più aumentano le possibilità di trovare clienti interessati al tuo business. Quando la visibilità è maggiore le probabilità di raggiungere nuovi clienti si moltiplicano!

Una domanda sorge quindi spontanea: come si può fare per attirare il maggior numero di persone sul proprio sito e convertirli in clienti? La risposta è solo una, Marketing.

 

5 idee per migliorare la visibilità della tua Azienda e raggiungere nuovi potenziali clienti

 

Con la tecnologia ed il mondo dei social network di oggi è possibile attirare le persone sulla propria piattaforma per offrirgli servizi a cui sono interessati. Ecco una lista di 7 strumenti che la tecnologia ci offre ad oggi per farti conoscere, sfruttando il potenziale di internet e le sue infinite possibilità.

1# Sito web

Il primissimo strumento al quale bisogna pensare è un sito web. Consideriamo un sito web il biglietto da visita di una società, tutto dipende da lui. Tutte le campagne marketing che si faranno, porteranno al proprio sito. E se le campagne sono fantastiche e portano clientela, ma il sito graficamente e testualmente lascia a desiderare, non ci saranno conversioni. Più un sito è graficamente accattivante e pieno di contenuti, più conversioni da utenti a clienti ci saranno!

Al giorno d’oggi è impensabile aprire un sito web senza valutare una buona strategia di content marketing, prevedendo quindi l’integrazione di un blog da aggiornare in modo costante, al fine di raccontare il brand dall’interno e di risolvere i problemi delle persone nel campo.

2# Newsletter

Il secondo tool è più che altro utile ad affiliare clienti il quale portare avanti strategie di web marketing realmente efficaci: la newsletter. Strumento fondamentale per chi fa digital marketing offrendo la possibilità di aggiornare in modo frequente i clienti (e potenziali tali)  per informarli e metterli a conoscenza delle novità del brand.

Inviare newsletter per un’azienda vuol dire curare l’invio periodico di email atte a mantenere alto l’interesse degli iscritti. La newsletter, se contiene link che rimandano al sito, aumenta il traffico verso lo stesso e continua l’opera di fidelizzazione del cliente.

3# Social Network

Tool fondamentale sono i social network. Se i recenti studi che affermano come un utente medio trascorre almeno 50 minuti navigando nella timeline di Facebook fossero fondati, allora si tratta davvero di un’occasione d’oro da sfruttare per dare visibilità alla propria azienda. Esistono diversi social network ed ognuno di essi ha delle caratteristiche e potenzialità differenti dagli altri.

Possiamo trovare nello specifico:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Instagram
  • YouTube

Primo tra tutti Facebook, con oltre 1,65 miliardi di utenti attivi è considerata la piattaforma social per eccellenza. L’apertura di una pagina Facebook per la propria azienda è più che consigliata per raggiungere un vasto pubblico di interessati ed iterazione col cliente finale. Potendo anche contare sul servizio Facebook Ads, ossia campagne pubblicitarie attraverso le quali si possono sponsorizzare la pagina e/o un post particolare, impostando il target adeguato.

schermata-2016-12-23-alle-12-17-25

Se decidi invece di utilizzare Twitter, puoi beneficiare del contatto diretto con gli utenti, su Google Plus puoi valutare l’organizzazione di webinar attraverso lo strumento Hangout, o creare dei video tutorial per risolvere problemi sul canale YouTube.

4# Campagne pubblicitarie con Google

Google mette a disposizione dei propri utenti tantissimi tool per pubblicizzare il proprio sito. Il migliore rimane in assoluto Google AdWords. A seconda delle scelte, l’azienda potrà:

  • Essere sponsorizzata solo sui risultati del motore di ricerca basati su precise parole chiave (keywords);
  • Essere visualizzata su parte dei tantissimi siti affiliati con Google, centrando un target impostato secondo criteri dettati dalla necessità del brand.

La creazione delle campagne e la stesura delle parole chiave oltre al controllo e gestione degli annunci è meglio farla fare a web agency competenti in materia come la nostra. Questo per evitare sprechi e per fare in modo di effettuare uno studio approfondito ed un coordinamento professionale delle campagne da svolgere.

5# Feeback eCommerce

Ultimo ma non meno importante nelle 7 strategie di web marketing attraverso le quali trovare nuovi clienti è un buon sistema feedback. Questa pratica è prettamente diffusa negli e-commerce (ma non solo), dove gli acquirenti vengono invitati a lasciare un’opinione sul prodotto acquistato o al servizio offerto.

Le persone hanno più fiducia nel parere dato dai propri clienti, basato sull’esperienza, rispetto alle descrizioni create dall’azienda per pubblicizzare il proprio prodotto.

Questa data fino ad ora è soltanto una parte della carrellata di strumenti moderni e tecnologici che si possono utilizzare a proprio vantaggio per far conoscere il proprio marchio e conquistare l’attenzione di sempre più persone al fine di scovare quelle potenzialmente interessate ai tuoi prodotti e convincerle ad effettuare l’acquisto.


Vuoi essere contattato per ricevere maggiori informazioni? Lascia la tua mail!

Share this

© 2011-2018 Niro Informatica | All Rights Reserved

siti-famosi-fatti-con-wordpress-niro-informatica

Siti famosi e d’importanza mondiale sviluppati con WordPress

Chi non conosce Wordpress? Il sistema di gestione dei contenuti più utilizzato al mondo che ha aiutato lo sviluppo di oltre il 30% [..] Continua a leggere